Navigando in rete, ho trovato il bellissimo sito della maestra Antonella Capetti, che ha utilizzato gli ALBI ILLUSTRATI per insegnare le lettere dell'alfabeto. La scrittura geroglifica si chiama così perchè quando i Greci arrivarono in Egitto videro che Il suo nome era, infatti “Hy” che significa gioia, beatitudine. Mostra ai bambini il grande cuore di carta. NON SOLO GEROGLIFICI Hai studiato sul tuo libro che, durante la loro lunga storia, gli antichi Egizi usarono la scrittura geroglifica, ma devi sapere che usarono anche altri due tipi di scrittura : la ieratica e, dalla XXV dinastia, la demotica. Attività per richiamare l’attenzione. Il nome anellidi deriva dal fatto che il loro corpo è diviso ad anelli, identici tra loro. Come potete dire che qualcuno vi ama? Poi spiego ai bambini dove vivono e che cosa fanno per noi. A che cosa pensate quando vedete un cuore? Dico loro che gli angeli sono in cielo e sono con Dio in una felicità che durerà sempre. E' SEVERAMENTE VIETATO LA RIPRODUZIONI DELLE MAPPE DI QUESTO SITO SU ALTRI BLOG, E UN EVENTUALE USO A SCOPO DI LUCRO dei contenuti presenti nel sito, è concesso l'uso ai fini scolastici e personali. Storia e non solo. In generale, l'educazione era riservata ai maschi. Ebbero tre tipi di scrittura: geroglifica, ieratica e demotica. Gli egizi furono tra i primi popoli ad usare la scrittura e grazie ai loro scritti abbiamo scoperto la loro storia. Il gatto era molto importante per gli egizi, non si sa come ma erano riusciti ad ammaestrarlo! Gli Etruschi sono uno dei popoli che vissero in Italia nell'antichità e sono considerati una delle grandi civiltà del passato. Guarda ad alta risoluzione Esistono tanti sistemi per insegnare ai bambini di prima a leggere e scrivere. Un approccio "elementare" per scoprire e approfondire tanti argomenti interessanti. Il buon funzionamento di uno Stato dipende dall'educazione dei suoi cittadini. LA MUSICA DEGLI EGIZI Secondo la mitologia degli Egizi l’inventore della musica fu il dio Thoth. La cultura etrusca ebbe influenze dirette su quella romana.Infatti, dopo la conquista da parte di Roma dell'Etruria, ci fu un processo di assimilazione. Sito nonsolodsa. È in quest'epoca così antica che gli Egizi elaborano i caratteri più tipici della loro civiltà; una civiltà che si presenta ai nostri occhi in tutto e per tutto africana e che quindi nessun popolo straniero ha portato in Egitto ma che è nata proprio sulle rive del Nilo, frutto delle idee e del lavoro di un popolo di contadini. La scrittura geroglifica, usata già nel 3.000 a.C. era Usavano, infatti, una scrittura di tipo additivo in base dieci: avevano un simbolo per le unità, uno per le decine, uno per le centinaia e così via. Lascia che i bambini parlino delle persone che li amano, come i familiari, gli amici e le insegnanti della Primaria e di come queste persone dimostrano il loro amore. Già gli antichi Egizi si servivano di alcuni algoritmi di calcolo basati sul metodo scelto per scrivere i numeri. Esistevano però due tipi di musica: quella sacra e quella profana. Per gli egizi l'educazione dei figli era di primaria importanza, per cui, già dalla più tenera età, li istruivano in un clima di uguaglianza: colui che era nato da un contadino poteva, in teoria, formarsi accanto al figlio del faraone.. L'educazione dei bambini fu una preoccupazione costante degli egizi. Sono consentite la riproduzione e la fruizione personale delle mappe qui raccolte. Gli anellidi più noti sono i lombrichi, le sanguisughe e le arenicole (o vermi fango). (All’amore). Gli anellidi (il nome scientifico è Annelida) sono animali invertebrati con corpi molli, lunghi e cilindrici. Raccontata con semplicità. La musica era considerata un dono del cielo ed era fonte di letizia e serenità.